sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 dicembre 2018 
LunMarMerGioVenSabDom
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

PROGRESSI COMPIUTI DALLA TURCHIA IN VISTA DELL'ADESIONE

Signor Presidente, onorevoli colleghi, signor Commissario, la maggioranza del gruppo liberale sostiene la relazione Eurlings perché, al di là di una serie di compromessi su cui tornerò, essa chiede in sostanza ai governi di aprire i negoziati senza inutili ritardi e chiarisce che l’obiettivo dei negoziati è l’adesione a pieno titolo della Turchia all’Unione europea. Molti di noi avrebbero sicuramente preferito una relazione più chiara e, in qualche modo, meno tortuosa. Troppe volte diciamo, ripetendolo di continuo alla Turchia, che il negoziato è di per sé open-ended e che quindi il risultato non è scontato. Certo, onorevoli colleghi, noi non possiamo dire di volere delle salvaguardie permanenti rispetto alla libera circolazione delle persone, perché ciò rappresenterebbe una violazione del Trattato, indipendentemente dai soggetti interessati. Questa è una violazione giuridica del Trattato, che piaccia o meno alla Commissione europea. Tuttavia, si tratta di un compromesso al quale, io credo, dobbiamo tenere fede. Onorevoli colleghi, consentitemi di dire che oggi non si tratta tanto della Turchia, quanto piuttosto dell’Europa. Si tratta di capire se questa Europa sia un partner affidabile in termini di relazioni internazionali. Si tratta di capire se, dopo oltre quarant’anni, la parola data conti ancora. Si tratta anche di capire, onorevole Poettering, che cosa sia la nostra identità. Io ritengo che l’identità del progetto europeo consista nell’essere un progetto politico, non un progetto geografico né un progetto religioso. (Applausi) Ritengo inoltre che la nostra identità non risieda tanto nel nostro passato e nelle nostre radici, che alcuni vorrebbero addirittura cristiane o cattoliche, quanto nel nostro presente e, soprattutto, nel nostro futuro. Il nostro passato non ha visto solo splendori, ma anche guerre e sangue. Onorevoli colleghi, ritengo invece che la nostra identità sia rappresentata da questi cinquant’anni in cui abbiamo cercato, in qualche modo riuscendoci, di realizzare lo Stato di diritto, la separazione dei poteri, la laicità delle istituzioni, nonché la difesa dei diritti civili e politici come elemento essenziale dello sviluppo umano. Questa è la nostra identità ed è a questo progetto che il popolo e il governo turco chiedono di partecipare. Io credo che questa sia la posta in gioco: o scegliamo un’Europa fiduciosa in sé stessa, capace di governare i problemi e le sfide che ha di fronte – che vanno dai rapporti difficili con il mondo islamico, all’immigrazione, alle divergenze che perdurano – un’Europa che, non per leggerezza né per ingenuità, ma per profonda consapevolezza politica, apre questi negoziati, oppure scegliamo un’Europa che, forse in onore della sua identità cattolico-cristiana, si chiude a riccio e pensa di difendere meglio il benessere che abbiamo conquistato chiudendosi di fronte alle sfide che ha di fronte. Onorevoli colleghi, questa è la posta in gioco. E’ di questa Europa che si tratta ed è di questo che dobbiamo discutere. Per me questa è l’Europa in cui vale la pena credere, questa è l’Europa per la quale vale la pena lottare, questa è l’Europa che, in qualche modo, avrà dignità per i nostri concittadini e nella sfera internazionale. Io credo che qualunque altra tortuosità e qualunque altra ambiguità non siano all’altezza né del nostro presente, né del nostro futuro né, soprattutto, di quello che abbiamo costruito finora.




Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Turchia ]

Rassegna Stampa su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Turchia ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Turchia ]


- WebSite Info