sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 dicembre 2018 
LunMarMerGioVenSabDom
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

ASSEMBLEA GENERALE DEL BIE

Parigi, 19 dicembre 2006 Assemblea generale del Bureau International des Exposition - Spunti di intervento del Ministro per il Commercio Internazionale, On. Emma Bonino E’ con grande soddisfazione il Governo italiano presenta la candidatura di Milano come sede per l’Esposizione Universale del 2015. E lo faccio ricordando le parole di ammirazione che un illustre visitatore del mio Paese, e di Milano, ebbe per quella che egli chiamò “la Tunica Verde”: una simbiosi perfetta tra città e campagna, tra i prodotti della sua terra e la cultura delle sue genti. Quelle genti che, non a caso, il grande poeta Pablo Neruda, ha definito “il prodotto più fine della terra” e che saranno pronte ad accogliervi all’Expò Universale di Milano, nel 2015. Nello slogan che Milano ha voluto dare alla sua candidatura, “Feeding the planet-Energy for the future” e nel logo dell’uomo di Leonardo sono implicite tutte le caratteristiche dell’eccellenza e della qualità della vita italiane. Una eccellenza ed una qualità della vita che muovono le loro basi fondamentali dal contatto diretto e millenario delle sue genti e delle sue città con la terra ed i suoi prodotti, in un contesto di sviluppo locale e sostenibile apprezzato a livello universale. Milano, città d’affari tra le più famose, è tutto questo. Culla storica dell’Unità d’Italia e espressione dell’operosità industriale del suo popolo, crogiolo di genti provenienti da ogni angolo d’Italia ed oggi da ogni parte del mondo. Milano, città europea: la più vicina, per geografia e per sentimenti, al centro di gravità dell’Unione Europea, di cui l’Italia è Paese fondatore. Il Governo italiano ha voluto subito affiancare le Autorità locali milanesi in questa grande avventura. Milano merita questa occasione e, con essa, tutto il Paese disposto a cogliere questa opportunità per imprimere una straordinaria accelerazione al suo sforzo di modernizzazione ed internazionalizzazione delle sue strutture ed offrire al BIE una vetrina all’altezza delle sue ambizioni. Il Governo è pronto a fare la sua parte, garantendo le risorse finanziarie necessarie a modernizzare le strutture d’accoglienza e quelle logistiche indispensabili a garantire un flusso ordinato e costante di visitatori che si stimano in circa 30 milioni. Il Sindaco Signora Moratti , a nome anche delle Autorità locali oggi presenti, ha già illustrato nel dettaglio i contorni del progetto Milano Expò 2015. Aggiungo soltanto che quando l’Italia fa squadra gli impegni internazionali ad essa affidati raggiungono appieno i risultati prefissati: è “la Squadra” che si rimette, anche in questo caso, in marcia! Sono infatti ancora vivi gli echi positivi lasciati dalle recenti Olimpiadi della neve di Torino e siamo convinti che si possa fare persino meglio di quanto già fatto in quella occasione. Ed è stimolante il tema che Milano ha voluto dare alla sua proposta di candidatura: l’alimentazione come strumento di benessere fisico e di progresso sociale. Si tratta di un settore che è sempre stato all’avanguardia in Italia, con livelli d’eccellenza riconosciuti da tutti. Ma è anche un settore dove il livello di sviluppo tecnologico – sia sotto forma di tecniche di produzione che di trasformazione e conservazione – è straordinario e ben conosciuto . Il progetto espositivo di Milano vuole trasmettere al mondo questa esperienza millenaria di “cultura dell’alimentazione”. Che si esprime anche nel rispetto del territorio, nella cura delle tradizioni orali sui corretti comportamenti alimentari, sperimentazione di nuovi gusti, odori e sapori. Alimentazione come occasione di socialità familiare o di convivialita’ allargata , che scandisce l’alternarsi del tempo e delle stagioni, che si adegua alle condizioni climatiche o territoriali. Ma anche nutrizione per tutti e per ognuno grazie ad un sapiente mix di tradizione e tecnologia, di genuinità ed innovazione. E’ un palcoscenico mondiale che si vuole offrire ad ogni villaggio, borgo o grande città italiana ed un’occasione altresì per mostrare al mondo le doti salutistiche della dieta “mediterranea”. Un modello, anche medico, per le nuove generazioni come per quelle della terza età, grazie ad una sapiente combinazione di tradizioni e tecnologie, di genuinità ed innovazione. Vogliamo stupirvi, cari amici, ancora e sempre di più con il nostro “brand” più autentico ed inimitabile, quel “Made in Italy and by Italy” ricercato ed apprezzato in ogni angolo del mondo e per cui giustamente noi italiani andiamo fieri. Siamo convinti che con l’Esposizione Universale di Milano 2015 ci riusciremo. Grazie!




Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Italia ]

Rassegna Stampa su:
[ Unione Europea ] [ Italia ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Italia ]


- WebSite Info